Ricambi per macchine da cucire: come sono

    La macchina per cucire, chiamata anche più comunemente cucitrice, è uno strumento piuttosto datato se consideriamo i giorni nostri. Fu inventata da Friedrick Wiesenthal, Thomas Saint, Barthélemy Timonnier e da John J. Greenough, rispettivamente negli anni 1755, 1790, 1830 e 1842.

    Vi sono tantissime aziende che producono pezzi di ricambi per queste macchine, e strumenti che precedono le operazioni di cucitura, che vanno a sostituire le loro prestazioni migliorandone l’efficienza addirittura.
    I loro prodotti sono molto vari, prendiamone in esame qualcuno:

    – Pesatrici elettroniche
    – Insacco da tubolare plastico
    – Cucitrici portatili manuali
    – Ricambi ed accessori vari

    Le pesatrici elettroniche possono essere di due tipi, ovvero o a peso lordo o a peso netto e vengono alimentate in maniera diversa a seconda della tipologia, ad esempio possono essere appunto alimentate a nastro, oppure a gravità, o ancora a coclea singola e coclea doppia che permettono così una efficiente pulizia degli spazi interni del macchinario. Sono inoltre dotate di sportelli apribili con facilità e buona sicurezza (di tipo elettrico) in modo da permettere di lavorare in tutta tranquillità.
    Possono oltretutto essere costruite con acciaio inox aisi 304 o acciaio inox aisi 316 arrivando a pesare dai 5 ai 50 kg e producendo dai 200\700 sacchi all’ora in funzione e seconda del prodotto sottoposto a lavorazione.

    Le insaccatrici invece (in questo caso parliamo di insacco da tubolare plastico) sono di tutt’altra natura e possono essere di tipo a valvola.
    In questo caso, la loro funzione è quella di scuotimento dal fondo del sacco durante la fase di riempimento dello stesso e le sue caratteristiche peculiari sono quelle di ribaltamento del sacco quando è già stato riempito, possono produrre 200 sacchi all’ora a seconda del tipo di prodotto in esame vengono alimentate a coclea semplice e a coclea con turbina, inoltre la loro manutenzione è praticamente inesistente: massimo profitto con poco lavoro di manutenzione e mantenimento insomma, un vero affare.

    News Reporter